‘Le assaggiatrici’ di Rosella Postorino, Club di lettura in italiano

Per il prossimo appuntamento abbiamo scelto di commentare uno dei libri più in voga del momento, appena lanciato anche in Spagna e recente vincitore del Premio Campiello 2018. Le assaggiatrici di Rosella Postorino.

Jueves 29 de noviembre 2018. 21:00 horas
Casa de Cultura y Participación Ciudadana de Chamberí. Entradas por c/ Bravo Murillo, 39 y c/ Magallanes, 44

“Il mio corpo aveva assorbito il cibo del Führer, il cibo del Führer mi circolava nel sangue. Hitler era salvo. Io avevo di nuovo fame.” Fino a dove è lecito spingersi per sopravvivere? A cosa affidarsi, a chi, se il boccone che ti nutre potrebbe ucciderti, se colui che ha deciso di sacrificarti ti sta nello stesso tempo salvando?
La prima volta che entra nella stanza in cui consumerà i prossimi pasti, Rosa Sauer è affamata. “Da anni avevamo fame e paura,” dice. Con lei ci sono altre nove donne di Gross-Partsch, un villaggio vicino alla Tana del Lupo, il quartier generale di Hitler nascosto nella foresta. È l’autunno del ’43, Rosa è appena arrivata da Berlino per sfuggire ai bombardamenti ed è ospite dei suoceri mentre Gregor, suo marito, combatte sul fronte russo. Quando le SS ordinano: “Mangiate”, davanti al piatto traboccante è la fame ad avere la meglio; subito dopo, però, prevale la paura: le assaggiatrici devono restare un’ora sotto osservazione, affinché le guardie si accertino che il cibo da servire al Führer non sia avvelenato.

Qui potete trovare un piccolo “assaggio” del romanzo.
https://flipbook.cantook.net/…


Pe maggiori informazioni sull’associazione Italia Altrove Madrid consulta la nostra pagina Facebook o scrivici a info@italia-altrove.es

‘La misura eroica’ di Andrea Marcolongo, Club di lettura in italiano

Il mito degli Argonauti e il coraggio che spinge gli uomini ad amare.

Giasone è solo un ragazzo quando, inesperto del mare e della vita, insieme ai compagni Argonauti salpa con la nave Argo, la prima costruita da mano umana, verso la remota Colchide alla ricerca del leggendario vello d’oro. Per poi, vittorioso, fare ritorno con l’amata Medea nell’Ellade, fra le paure, le tentazioni e le insidie proprie di ogni lunga navigazione in mare aperto.Quella narrata da Apollonio Rodio nelle Argonautiche, e magnificamente ripresa da Andrea Marcolongo in queste pagine, è la storia universale e sempre attuale del delicato passaggio all’età adulta di un ragazzo e una ragazza, che trovano la “misura eroica” attraverso il viaggio e l’amore.

Vi aspettiamo per commentarlo insieme il 25 ottobre alle 21h.
Casa de Cultura y Participación Ciudadana de Chamberí.
Entradas por c/ Bravo Murillo, 39 y c/ Magallanes, 44

Búscanos en Facebook y Twitter